Logo Repubblica Italiana Logo Governo Italiano
Logo Presidenza del Consiglio dei Ministri
Logo Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione

Rilevazione permessi ex Legge 104/92

Ti trovi in: Home > Rilevazione permessi ex Legge 104/92

ATTENZIONE

L’accesso al sistema è riservato esclusivamente ai dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni che hanno effettuato la registrazione perché Responsabili degli adempimenti di legge delle banche dati presenti sul sistema PERLA PA.

Al fine di evitare errori di ogni tipo, durante l’inserimento dei dati sul sistema, si raccomanda ai Responsabili di questo adempimento di controllare tutti i dati (soprattutto gli importi) prima di inviarli al sistema PERLA PA.

Le operatrici del Desk Tecnico possono fornire assistenza su ogni tipo di problematica giuridico-procedurale, ma esulano dalla responsabilità di modificare, dietro richiesta specifica degli utenti, i dati inseriti in modo non corretto sul sistema PERLA PA.

L’inserimento dei dati nel sistema è, infatti, effettuato esclusivamente ad opera delle PPAA.

Ciò anche in considerazione del fatto che, le Amministrazioni che inseriscono comunicazioni errate e/o insufficienti possono incorrere nelle eventuali sanzioni stabilite dalla normativa.

 

L'adempimento

La banca dati “Rilevazione permessi ex lege 104/92” è stata istituita dall’articolo 24 della Legge n. 183 del 4 novembre 2010 per la misurazione qualitativa e quantitativa delle agevolazioni fruite dal personale delle amministrazioni pubbliche e previste dall’articolo 33, commi 2 e 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e successive modificazioni.

Quest’ultimo stabilisce che il lavoratore dipendente, pubblico o privato, affetto da disabilità o che assiste parenti o affini disabili ha diritto a fruire di tre giorni di permesso mensile retribuito coperto da contribuzione figurativa, anche in maniera continuativa previa approvazione del datore di lavoro.

Ciò premesso, in base alle disposizione della Legge 183, le Pubbliche Amministrazioni sono tenute a comunicare:

  • i nominativi dei propri dipendenti cui sono accordati i permessi;
  • la tipologia di permesso fruita (permessi fruiti dal lavoratore per se stesso o per assistenza a terzi);
  • per i permessi fruiti per assistenza a terzi,  il nominativo dell’assistito, l'eventuale rapporto di dipendenza da un'amministrazione pubblica e la denominazione della stessa, il comune di residenza dell'assistito nonché il rapporto di parentela o affinità che intercorre tra ciascun dipendente che ha fruito dei permessi e la persona assistita;
  • per i  permessi fruiti dal lavoratore padre o dalla lavoratrice madre, la specificazione dell’età maggiore o minore di tre anni del figlio;
  • il contingente complessivo di giorni e ore di permesso fruiti da ciascun lavoratore nel corso dell’anno precedente per ciascun mese, specificando, in particolare, le ore o frazioni di ore fruite per ciascuna giornata nel corso del mese di riferimento.

Le scadenze

La comunicazione deve essere effettuata esclusivamente per via telematica entro il 31 marzo di ogni anno per i permessi conferiti nell’anno precedente anche nel caso in cui non siano stati accordati permessi (dichiarazione negativa).

Riferimenti normativi

Leggi

Circolari